Non sono una persona sana di testa. Tutto ciò che trovate scritto e che leggete è frutto e succo della mia testolina malata nonchè attimi della mia vita. Siete gentilmente invitati a sbirciare in queste pagine, commentare e non 'spacciare' in rete le cose come vostre..

p.s.: parte delle foto/ immagini presenti sono prese dalla rete.


Per qualsiasi zozzeria volete inviare questa è la mail:

fotoxblog@gmail.com

Buona lettura

.

.
A tutti quelli che vorranno lasciare un commento : siete pregati di ''firmarvi'' altrimenti risulterete tutti anonimi.
Infinitamente Grazie!

NEBBIA

In questo pomeriggio grigio,
dalla finestra si sente il fruscio della macchine che passano,
la pioggia che ticchetta sui vetri.
Guardo fuori, nebbiolina.
apro l'armadio,
prendo lo scrigno rosso
e scelgo un oggetto x divertirmi.
Mi sdraio sul letto,
mi accarezzo, allargo le cosce,
struscio sul mio pelo il Lello,
quello viola, il mio preferito,
lo faccio scorrere piu' volte,
lo porto alla bocca e lo umetto per bene.
Inginocchiata sulla morbida trapunta,
inizio a penetrarmi e a scoparmi..
prima lentamente per sentire le venature
poi accendo la vibrazione,

mi tocco il clitoride,
inizio a sgrillettarmi
e da lì inizio a fottermi
 piu' forte, e piu' profondamente
quasi a farmi male, fino a farmi venire.
Ansimo con qualche gridolino,
sento il mio cuore battere forte.
Rimango sdraiata qualche minuto
continuando ad accarezzarmi

e a leccarmi le dita intrise della mia linfa
finchè il respiro a poco a poco ritorna normale.
Mi alzo e mi affaccio al balcone
dentro me l'arcobaleno sta svanendo
e come fuori la finestra
la nebbiolina si riprende la mia mente..



1 commento:

  1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina